Free Porn
Cover Wise Assicurazioni
23.7 C
New York
lunedì, Giugno 24, 2024

Buy now

coverwisecoverwisecoverwise

Sabrina D’Amore, fascino e bellezza mediterranea

Sono davvero tanti gli impegni di Sabrina D’Amore, non si ferma mai, anzi, spesso si trova catapultata in nuove cose da fare. Intelligente, spigliata ma soprattutto intraprendente. Sabrina ce la mette davvero tutta per essere una show girl con i fiochi, infatti, oltre ad essere una fotomodella è da diversi anni la conduttrice del concorso di bellezza “Miss Vesuvio” ed oggi anche ballerina di Pole Dance. Il suo è un fascino ed una bellezza mediterranea.

Anzitutto come è nata la tua passione per la moda e lo spettacolo?

“Ciao, grazie. È un piacere poter raccontare qualcosa di me in rivista. Andiamo dritti al punto. Io credo che ognuno di noi abbia una vocazione sin da bambina/o. La moda -assieme alla danza in realtà- è sempre stata la mia e crescendo si è ampliata al mondo dello spettacolo più in generale. Mia mamma racconta di me come una bambina che ha sempre amato sfilare per casa sui suoi tacchi (chiaramente di qualche numero di troppo) e che a soli tre anni riteneva che fosse un’ingiustizia non poter essere truccata. È sempre stato qualcosa di innato per me. Ho cominciato con la passerella, alcuni shooting, accademia di moda per passare poi agli studi di recitazione, dizione e al lavoro come presentatrice, senza abbandonare tutto il resto. D’altronde una cosa non esclude l’altra, anzi ad essere onesta mi piacerebbe poter essere una show girl a 360 gradi”.

Senti, vorrei partire da una delle tue ultime attività: la Pole Dance. Come è nato l’interesse e cosa bolle in pentola?

“Come dicevo, anche la danza è sempre stata una passione per me. Da piccola ho studiato danza classica per qualche anno e di seguito ho fatto vari tentativi fino a capire che la danza aerea e in particolare la pole dance era proprio quello che faceva al caso mio. Mi aiuta a tenermi in forma, ma soprattutto è un qualcosa che mi fa stare bene e mi diverte. Ad oggi seguo corsi di pole dance, exotic, cerchio aereo e stretching alla GabLis Circus a San Vitaliano, un’isola felice. La scorsa primavera ho gareggiato alle regionali per la pole e mi sono aggiudicata il passaggio in finale nazionale, ma credo di non voler trasformare la passione in competizione. Quindi per adesso se qualcosa bolle in pentola, non si tratta di una competizione sicuramente. Preferisco far combaciare piuttosto la danza con lo spettacolo e gli eventi, che oltre ad essere un’opportunità lavorativa, è per me un modo per unire due mondi che sono parte di me”.

Come la stai sfruttando insomma quest’arte?

“Anche se il motivo principale del mio studio è snaturato da ogni tipo di secondo fine è il benessere psicofisico che mi arreca a spingermi in primis sempre tra le braccia della pole, ma se passa un treno, lo prendo senz’altro”.

Il tuo rapporto con i social come lo descriveresti?

“I miei social sono il mio spazio personale. Utilizzo soprattutto Instagram e non potrebbe essere un ritratto più reale della mia vita. Mi piace condividere post e pensieri reali, che si sposino bene con la mia persona. Sicuramente il mio profilo non ha un topic principale, ma come potrebbe? Mi butto a capofitto in così tanti interessi che non potrebbe riguardare soltanto uno dei mille colori di cui si dipingono le mie giornate. Se dovessi più o meno riassumere quello che si trova sbirciando il mio profilo sarebbe: viaggi, pensieri di attualità, spettacolo, danza, consigli su serie tv e film (da buona Netflix addicted) e vari interessi legati ai miei studi in Letteratura”.

Sei una figura fissa nel concorso di bellezza “Miss Vesuvio” cosa puoi dirci riguardo l’edizione passata e cosa puoi anticiparci sulla prossima?

“Sì, sono ormai sette anni che Miss Vesuvio è parte integrante della mia vita e della mia carriera. Questo Settembre si concludono le tappe di selezione e passiamo alle fasi che precedono la finale. È stato un tour intenso quest’anno: ben 40 tappe di selezione durante le quali abbiamo avuto modo di conoscere e portare in finale molte ragazze campane che valgono, la cui bellezza è solo la ciliegina sulla torta di una serie di caratteristiche che vengono considerate dalla nostra giuria tra cui eleganza, portamento, intelletto. La finale sarà a Novembre e a breve annunceremo la data esatta, quindi per ora non faccio spoiler, ma anticipo che sarà al Teatro Umberto di Nola, che ci ospita da qualche anno con affetto. Credo sarà una finale dura per la giuria, le ragazze sono belle e brillanti, non resta che augurare loro buona fortuna e che vinca la migliore”.

Tu a cosa aspiri?

“Per il momento, voglio continuare per questa strada. Sto prendendo parte ad un nuovo progetto cinematografico e sto appena cominciando il secondo anno di studi per la Laurea Magistrale in Filologia Moderna. Portare a termine queste due cose sono le aspirazioni a breve termine. A lungo termine, voglio poter continuare a fare le cose che amo e circondarmi di persone positive per
costruire una felicità stabile. Vedremo dove mi porterà il destino”.

So che ti piace anche viaggiare. Fai l’utile e il dilettevole, ovvero: viaggi per piacere e ci metti di mezzo anche il lavoro? Nel caso ha il suo riscontro?

“I viaggi sono un carburante necessario e indispensabile per me! Amo spostarmi e conoscere nuovi posti, persone e culture. E amo documentare tutto col mio cellulare e postarlo sui social anche per fornire consigli e spunti a chi vorrà compiere lo stesso viaggio. Per adesso questo non è un lavoro, piuttosto è una cosa che faccio per hobby, ma non si può mai sapere”.

Nell’ambito della moda e degli spettacoli quali sono le difficoltà che si verificano secondo te?

“Credo che sia molto importante trovare ambienti e persone di cui potersi fidare e all’inizio potrebbe rappresentare una difficoltà “trovare un proprio spazio”. Io collaboro solo con persone che mi sembrano al 100% oneste. Si trova la qualunque, come in qualsiasi altro settore e credo che sia importante fare una cernita. Mai sottostare a regole che mancano di rispetto alla propria persona,
questo mi sembra basilare. Con questi presupposti credo comunque che qualunque difficoltà possa essere spianata”.

Cosa consiglieresti alle ragazze che vorrebbero intraprendere il cammino da fotomodella?

“Stile di vita sano, dedizione e ricerca di uno spazio in cui poter brillare”.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
3,913FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles