Cover Wise Assicurazioni
7.9 C
New York
venerdì, Aprile 19, 2024

Buy now

coverwisecoverwisecoverwise

Monica Pignataro, sotto i riflettori con l’amore dei suoi figli

Affascinante, intelligente e piena d’impegni. Monica Pignataro, che vinse nel 2013 il concorso di bellezza “Miss Mamma Italiana”, vive la sua vita tra famiglia e spettacolo. Amorosa con i figli Samuel e Naomi, professionale quando si tratta di un evento, le qualità di Monica sono tante ma quella che spicca di più è la determinazione. Monica oltre che essere una fotomodella è anche cantante e conduttrice di programmi sportivi.

Anzitutto come ti sei avvicinata al mondo della moda quale è stato il tuo percorso?

“Diciamo che più che nella moda ho iniziato il mio percorso grazie ad una sfida con me stessa, intrapresa quando già ero mamma, all’età di 35 anni, grazie ad un concorso nazionale “Miss mamma italiana” che mi avrebbe vista protagonista non solo di una importante passerella, ma anche in qualità di cantante; dalla vittoria in poi ci sono stati altri palchi che ho calcato come modella, e situazioni in cui ho posato come fotomodella . Non è stato un mio obiettivo da quando ero bambina arrivare a tutto questo, anzi, ma la pura voglia di mettermi in gioco e superare i limiti della mia riservatezza, che sono parte del mio carattere, hanno fatto in modo che trovassi questa strada per me del tutto sconosciuta fino ad allora”.

Lo spettacolo fa parte della tua quotidianità cosa ti piace fare di più e perchè?

“Se non avessi partecipato al concorso “Miss mamma italiana” non sarei oggi qui a parlare di me, è stato un vero trampolino di lancio, ma soprattutto l’emozione di condividere il tutto con la mia famiglia e portare con me i miei due figli, allora piccoli, credo che anche per loro sarà qualcosa difficile da dimenticare: sembra ieri sentire le loro urla di gioia quando il presentatore annunciava il mio nome come vincitrice dell’edizione 2013″.

Quale è stata l’esperienza più bella e significativa per te in tutto questo tuo percorso?

“Miss mamma italiana ha un po’ cambiato la vita di tutta la mia famiglia, in quanto di lì a poco avrei iniziato a lavorare nel mondo della tv, nella musica, dove già ero comunque inserita, ma non come oggi ovviamente, e i miei figli sono sempre stati entusiasti di questo mio percorso, inizialmente mi seguivano in ogni evento, poi ovviamente crescendo hanno le loro vite, ma comunque negli appuntamenti più importanti ci sono sempre”.

Tra loro c’è qualcuno che piace il tuo percorso e ha voglia di seguirti?

“Oltre la passione per il canto che accomuna mia figlia Naomi a me, infatti è da un anno circa che mi segue nei miei impegni musicali, ed io sono strafelice di condividere con lei il mio lavoro, c’è mio figlio Samuel che oggi ha 20 anni, ama la musica e anche lui ha frequentato un’ accademia per diventare dj, e in più lui, come me, ha una gran parlantina, infatti già a 16 anni faceva parte della redazione in un programma sportivo che coo-conducevo, in più scriveva articoli per una testata giornalistica sportiva”.

Alle nuove generazioni che vogliono intraprendere questo percorso tu cosa consigli?

“Il mio consiglio da persona propositiva quale sono è di non arrendersi ai primi ostacoli, perché anche quelli servono, anzi sono proprio quelli che ti permettono di cadere per poi rialzarti con una grinta differente, il mio motto è sempre: se ci credi ci riesci, e le porte che si chiudono sono portoni che si apriranno alle soddisfazioni che prima o poi faranno capolino”.

Il tuo rapporto con i social invece come è? Quanto sono utili oggi per te?

“Beh per me e chi come me fa questo lavoro, i social sono un’arma a doppio taglio, questo perché ti aiutano a darti visibilità, ma purtroppo si deve avere anche una certa pazienza da sopportare illazioni da parte  di molti ‘leoni da tastiera’, che forse essendo molto frustrati cercano il loro sfogo nelle critiche, anzi nelle cattiverie puramente gratuite, e sai io sono uno scorpione che tende a non sorvolare sempre e quindi spesso non rispondo alle provocazioni e parto con il blocco diretto, altre invece inizio proprio a questionarci, tant’ è che mio marito mi ferma, perché giustamente con maggiore razionalità mi fa rendere conto che non ne vale la pena. I social che uso di più sono Facebook , Insta e Tiktok, come credo un po’tutti ormai, sebbene ne faccio usi diversi e pubblico in maniera differente in base al social, perché secondo me vanno gestiti a seconda del tipo di pubblico che li segue. Fb lo uso in maniera prettamente professionale e dunque è difficile che posti cose personali, insta invece è quello che uso di più anche per le storie, dove c’è un po’ di tutto, dai video ironici a qualche momento di quotidianità, al mio lavoro, dirette comprese; Tiktok lo iniziai ad usare durante il covid per gioco e nonostante i miei figli mi ripetevano che non fosse una piattaforma per me, perché c’erano solo adolescenti allora, io mi divertivo e postavo video, ma di quelli  simpatici, con i trend , i lip sync e cosi oggi continuo su questa scia usando Tiktok per divertirmi”.

Invece o cosa stai lavorando oggi e quali sono  tuoi progetti futuri?

“Io sono una napoletana doc e in quanto tale molto scaramantica, ho vari progetti in cantiere, ma non imminenti, perché vedi, sempre durante il covid mi è arrivata un’illuminazione, quattro anni fa  mi sono iscritta all’università, a maggio scorso mi sono laureata in scienze e tecniche psicologiche e ad oggi, non contenta, sono al primo anno magistrale per potermi abilitare e diventare una psicologa, quindi devo trovare anche il tempo di studiare oltre a quello da dedicare al mio lavoro e soprattutto alla mia famiglia, ma come ho sempre dimostrato volere è potere e quindi piano piano realizzerò tutti i miei desideri”.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
3,913FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles