Cover Wise Assicurazioni
3.5 C
New York
sabato, Gennaio 28, 2023

Buy now

coverwisecoverwisecoverwise

Sociologi alla ribalta: ottenere l’albo professionale

Il convegno all’Università “La Sapienza” di Roma

L’Associazione nazionale sociologi il 2 dicembre a Roma, presso l’Università “La Sapienza”, ha organizzato un convegno per discutere e tentare di ottenere, ancora una volta, l’albo professionale. L’intento è chiaramente quello di tutelare e valorizzare la figura del sociologo. Anche se lo Stato riconosce il suo ruolo bisogna ammettere che non c’è un registro che raccolga i nomi e le informazioni dei professionisti che svolgono questo lavoro.

Pietro Zocconali Presidente ANS

Nelle figure del professor Tito Marci, del presidente dell’Ans Pietro Zocconali, del professore Domenico De Masi e del segretario nazionale Antonio Polifrone, la categoria batte i pugni sul tavolo. L’Ans è stata fondata a Roma nel 1982 e un obbiettivo che rincorre da sempre è quello di ottenere una regolamentazione del sociologo. Per l’occasione, il dottor Pietro Zocconali, presidente dell’Ans, ha parlato del convegno e dell’importanza della figura degli scienziati sociali.

Venerdi 2 dicembre si è tenuto un convegno a Roma per parlare dell’albo professionale. C’è stato qualche riscontro e cosa vi riserva il futuro?

“A Roma, il 2 dicembre 2022, presso l’Università “Sapienza”, al Centro Congressi, in via Salaria 113, si è svolto il convegno nazionale dell’associazione nazionale sociologi: ‘Il ritorno della sociologia: una grande occasione per i sociologi’. Si è riscontrato un grosso interesse da parte dei docenti universitari; hanno relazionato i professori Tito Marci, preside della facoltà di Scienze Politiche-sociologia-comunicazione, Domenico De Masi, docente emerito, sociologo di fama internazionale, Stefano Scarcella Prandstraller. Tutti hanno affermato, di fronte ad una platea di sociologi Ans giunti da tutta Italia, l’importanza della sociologia, fondamentale anche per le decisioni a livello politico, specificando la caratteristica dei laureati in sociologia: la loro conoscenza della teoria sociale e della metodologia della ricerca sociale, la grande potenzialità nel prossimo futuro, riguardante il sociologo e lo studio dell’attuale crisi economica e sociale a livello planetario”.

Perché non si è mai riusciti a stabilire un albo professionale? Quali sono gli intoppi che ostacolano la professione?

“Che io ricordi, proposte per l’attivazione dell’Albo del sociologo vengono fatte sin dagli anni ’90 del secolo scorso, ma non sono mai giunte a conclusione. Il professor De Masi, su questo argomento, ha ammesso che probabilmente sia i laureati in sociologia sia i docenti non hanno saputo ben gestire le varie opportunità con i vari governi che si sono succeduti”.

Secondo lei oggi la figura del sociologo è ancora sottovalutata o riconosciuta solo in parte?

“Fino a ieri la figura del sociologo è stata sottovalutata e ai più poco conosciuta. Ricordo che diversi anni fa l’Ans prese posizione contro un concorso per sociologo presso il Comune di Reggio Calabria, per il quale bastava presentare un diploma di scuola superiore! Come se non esistessero in tutta Italia ormai, corsi di laurea in Sociologia, e come se non esistessero oggi quasi 90.000 laureati in questa disciplina”.

Ci sarà un rilancio dei sociologi? 

“Vasta eco è stata raggiunta dal convegno per un rilancio della sociologia; era presente, per interviste e registrazioni, una troupe televisiva di Canale 10 TV (importante TV laziale), condotta dal giornalista Fabio Nori, che ha intervistato i protagonisti dei lavori; il martedì successivo, su quella emittente, è andato in onda un servizio sui lavori congressuali. Il 6 dicembre sul quotidiano ‘Leggo’, è apparso un lungo articolo a firma Mario Fabbroni, con il titolo ‘Roma, i sociologi al Governo: basta attese, va istituito l’albo professionale della categoria. Siamo indispensabili’; il 1° dicembre, su ‘Il fatto Quotidiano’, il professor Domenico De Masi, aveva pubblicato l’articolo ‘Basta economisti, è ora di tornare ai sociologi’, nel quale tra l’altro aveva pubblicizzato il convegno della nostra associazione che: ‘si troverà di fronte alla possibilità di riaffermare il ruolo dei sociologi, finora eclissato dalla presenza ingombrante degli economisti’. Sembra proprio che ci troviamo di fronte al ritorno della sociologia, e sarà quindi una grande occasione di rilancio per i Sociologi e per l’ottenimento del tanto agognato albo professionale”.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
3,680FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles